Translate

martedì 26 giugno 2012

La ticchiatura delle pecore nella provincia di L'Aquila. Usanza di tempi lontani...

video

Prima di partire per i pascoli estivi di Campo Imperatore, noi pastori usiamo marcare tutto il gregge con dei segni ben visibili affinchè possa riconoscersi in qualsiasi evenienza.
Con la marcatura, che a Barisciano viene indicata con il termine "ticchiatura", apponiamo sugli animali un marchio di gruppo. Le pecore, oltre ad essere identificate individualmente con una marca auricolare ed un dispositivo elettronico, come vuole la normativa vigente, vengono "ticchiate" sul torace con le iniziali dell'allevatore che le possiede e sulla natica con il simbolo del suo allevamento.
Nel video marchiamo le pecore di mio suocero DAMIANI RUGGERO, figlio e nipote di pastori, conosce il suo mestiere da sempre e le nostre montagne meglio delle vie del paese. E' lui a condurre le nostre pecore sui pascoli e a difenderle con i nostri fidatissimi cani. Spesso insieme hanno affrontato branchi di cinghiali, cani randagi e lupi affamati. Il suo simbolo è uno scudo ad onore del suo indispensabile ruolo...

giovedì 21 giugno 2012

I colori naturali di Barisciano per la futura lana Aquilana...


Nei miei intenti c'è quello di presentarvi la lana Aquilana con i colori di Barisciano.
Ecco un'anteprima del lavoro svolto finora, la lana non è ancora la mia, ma i colori sono al 100% Bariscianotti!
Tutto merito di mia cognata Roberta che, dopo uno studio accurato, ha intrapreso l'arte della tintura della lana con metodi naturali.
Ha raccolto con pazienza delle piante tintorie, lungo le strade del nostro paese, nei nostri campi e alla "Selva", il nostro bosco: camomilla del tintore, papaveri, ortica, galle di quercia. Addirittura bucce di cipolle del nostro orto ed ha chiesto aiuto a Toni del market lo Chalet, un'istituzione del nostro Paese: per fare un colore lilla, si è fatta portare da lui il cavolo rosso, per cui anche se non proprio di Barisciano, visto lo sforzo del compaesano, mi piace considerarlo tale.
Sono colori naturali, come vi sembrano?
I cappelli lavorati ai ferri sono realizzati sempre da Roberta, il tessuto su cui poggiano i gomitoli è mio, ho filato con il fuso la lana cardata a mano ottenendo un filo di lana che poi ho tessuto con il telaio a mano durante il corso di tessitura. Il cestino è la prima prova di intrecci diversi, ho usato rami di giunco che aveva colto un caro amico di Campotosto!!
Insomma il fatto a mano al 100% e soprattutto tanto impegno ed infinita passione.

domenica 17 giugno 2012

La futura lana aquilana dal lanificio abruzzese!



 
Ho ricevuto dal lanificio 3 campioni di lana. Non è la lana delle mie pecore, ma ero commossa quando il trasportatore che ha consegnato la lana sucida al lanifico me l'ha riportata. 
Mi ci sono immersa dentro e ho pensato a tutta la fatica che ogni giorno tutta la mia famiglia spende per portare avanti l'azienda, le nostre 800 pecore... Tutti i giorni, senza tregua, non ci sono feste, domeniche o Natale o Pasqua, non c'è pioggia o neve o troppo sole che possa fermarci. Ogni giorno siamo lì. Lavoriamo ininterrottamente dalla mattina presto alla sera tardi senza orari, con amore e dedizione, come si faceva un tempo, con le stesse tradizioni e consuetudini immutate negli anni.
Ora però facciamo un passo in più, per aprirci e conquistare il meritato rispetto perchè non siamo solo pastori, ma custodi di un patrimonio immenso e necessario: la nostra terra, il nostro ecosistema. Siamo stufi di chi ci prende in giro ed approfitta del nostro lavoro per il proprio guadagno. Ci tengono i prezzi bassi con la scusa che "ci pensano loro" ed invece ci affamano! Basta.
Il nostro lavoro è importante e vogliamo valorizzarlo, necessariamente migliorando ed esaltando i nostri prodotti. La lana era il più disastrato. E lo è ancora senza questo nostro immenso sforzo. Per cui amiche ed amici devo scegliere cosa ordinare, se avete suggerimenti aiutatemi!!!
Sono 3 fili diversi, vi riporto i cartellini del lanificio. 2:12000, 3:12000 per i fili più fini, stoppino è invece il filo più spesso.....




lunedì 11 giugno 2012

Lana filata e cardata per il feltro a km 0. Solo lana aquilana in Abruzzo.

Care amiche ed amici, un post veloce, senza foto, solo d'informazione. Ho spedito la mia lana sucida al lanificio di Lanciano per avviarla alle varie fasi di trasformazione. Inutile dirvi che sono entusiasta! In questa follia mi appoggia incondizionatamente mia cognata Roberta, che sta diventando una maestra nella tintura naturale di questa fibra favolosa! Al più presto sarò quindi in grado di proporvi la lana aquilana delle nostre pecore, lavorata in Abruzzo. La novità è che potrò fornirvi anche la lana cardata per fare il feltro. I prezzi saranno a km 0!!

lunedì 4 giugno 2012

Tintura naturale di lana e tessuti



Con piacere vi segnalo un evento tanto atteso e richiesto ai gentilissimi e bravissimi botanici del Parco Nazionale Gran Sasso Monti della Laga.
Una nota d'orgoglio è che il corso si terrà nello splendido convento di San Colombo, sede del Centro Ricerche Floristiche dell'Appennino, nel mio paese, Barisciano.
Per info, potete rivolgervi alla dottoressa Daniela Tinti al numero 3393773303.